06/09/07

Heroes

Su Italia 1 è iniziato domenica un nuovo telefilm, "Heroes". Visti i giudizi molto positivi letti in rete, ho iniziato a guardarlo e devo dire che mi piace. Di seguito la trama e le mie supposizioni dopo la visione delle prime quattro puntate.

Protagonisti di "Heroes" sono una serie di personaggi che scoprono improvvisamente di possedere qualcosa di speciale: un uomo che riesce a volare, un artista che sotto effetto della droga dipinge il futuro, un giapponese simpaticissimo che riesce a piegare la continuità spazio temporale, una cheerleader indistruttibile, una spogliarellista che diventa un'assassina fredda e spietata ecc. A unire tutti questi personaggi sembra che sarà cercare di combattere un'imminente catastrofe, un'esplosione atomica nel centro di New York entro cinque settimane.
Fra i personaggi del telefilm, c'è anche uno scienziato indiano che sembra essere una specie di coordinatore, uno studioso di genetica che teorizza l'esistenza di queste persone, che però è già morto prima dell'inizio del film. Ne segue le orme il figlio, genetista pure lui, che ovviamente vuole scoprire chi ha ucciso il padre.
Poiché per rendere avvincente una storia di eroi ci vogliono anche i cattivi, questi sembrano guidati da un uomo con gli occhiali bordati di tartaruga, rubati al genetista indiano, quindi ciò fa pensare che ad ucciderlo sia stato proprio lui. Il cattivo è padre adottivo della ragazza indistruttibile, forse per controllarla fin dalla nascita. E' inoltre accompagnato da uno di queste persone speciali, il marito della spogliarellista, che sembra che possa controllare e azzerare la mente degli altri heroes. Nelle prime puntate appare anche un altro cattivo, Sylar, che uccide e asporta il cervello delle vittime. Viene definito come il paziente zero del genetista indiano, l'unica persona speciale studiata prima di morire.

L'idea di "Heroes" non è molto originale perché al telefilm classico con un gruppo di persone in uno spazio limitato (vedi "Lost" o "Jericho") si aggiunge la scoperta dei superpoteri quindi lo paragonerei più a 4400. Ma nonostante questo genere ultimamente sia utilizzato frequentemente dagli autori, alcuni protagonisti risultano molto simpatici e quindi la visione del telefilm è piacevole.

4 commenti:

Gianchy ha detto...

Le prime due puntate sono piaciute molto anche a noi... siamo ancora un po' incerti sul potere della bionda spogliarellista, ma gli intrighi tra i vari personaggi promettono bene... Fenomenale il supereroe giapponese, direttamente prelevato da un fumetto!!!

razza75 ha detto...

Io per ora... sospendo il giudizio...
Non è brutto, ma mi pare ancora un po' caotico, han messo tanta carne al fuoco, vediamo come tireranno le fila...

Raffaello ha detto...

Ma sempre a casa mia devono mettere ste bombe atomiche? ;)

Erica ha detto...

@Raffaello: Mica è colpa mia se hai scelto NY!!! Salutami Miss Liberty... ;-)